Libro vuol dire Libero

 

Ti ho lasciato entrare nella mia vita e non posso più fare a meno di te.
Vorrei averti incontrato prima.

Ogni volta che sto con te mi perdo in un vortice di figure evanescenti eppur vivide, luoghi vicini e lontani, tempi scanditi o inesistenti; una dimensione che è tutto e il contrario di tutto.

Ti ho lasciato entrare nella mia vita e tu hai saputo tenermi compagnia, continui a seguirmi ovunque ed hai riempito gli spazi, gli attimi e gli stati d’animo vuoti.
In te ho visto e continuo a vedere parti di me che non conosco o che riconosco; che non comprendo o a cui riesco a dare una spiegazione; che non vorrei o che mi caratterizzano. 

Sono entrata con te, ogni volta, in una dimensione condivisa da molti, ma, paradossalmente, estremamente privata, dove tutto assume un significato ed un senso che soltanto io conosco. Le immagini che evochi dentro di me, dinamiche come scene di un film, sono costruite esclusivamente dalla mia mente; gli odori avvertiti dal mio naso sono invasi dal mio modo di essere; le sensazioni che percepisco fanno parte della mia pelle.

Ti ho lasciato entrare nella mia vita e tu, quando sto con te, mi fai dimenticare tutto il resto.
E, contemporaneamente, mi aiuti a riflettere, fantasticare, mettere ordine, capire.


Libro vuol dire Libero!





Posta un commento