L'ebook reader: nemico o alleato?



Quando racconto a qualcuno di possedere un ebook reader, la reazione che constato più spesso sembra quasi di disgusto. Molti degli interlocutori di turno si mostrano, in proposito, estremamente scettici all'idea di acquistare un tale dispositivo, in quanto, a loro dire, preferiscono di gran lunga il libro classico, fatto di pagine di carta da sfogliare una ad una. Devono sentire il contatto con la carta, il suo odore.

Quando l'ho ricevuto in regalo, tre anni fa, anche io ero un po' scettica. La tecnologia vuole sostituire persino il libro tradizionale e tutte le sensazioni che questo comporta? Impossibile.
Poi, pian piano, utilizzandolo e cercando di liberarmi dal pregiudizio, ho potuto valutarne pro e contro.

Avete presente quanto a volte sia scomodo leggere a letto? A me capita, se sto sdraiata supina, di stancarmi a tenere il libro fermo, aperto nel punto in cui sto leggendo (che pigrona!); oppure, se giaccio distesa di lato, difficilmente riesco ad collocarlo sul letto senza mantenerlo e senza che si chiuda. A volte, addirittura, se sono completamente rilassata e "me cala la palpebra", alla mano sfugge inavvertitamente il volume che mi cade direttamente sulla faccia. L'ebook reader è molto più comodo! Sta fermo al suo posto e non si chiude, una volta appoggiato su un piano orizzontale o posizionato in verticale.
Lo stesso vale per quando, in totale relax, leggo, alle prese con la tintarella, al mare o in piscina. Essendo piccolo, il dispositivo non fa neppure troppa ombra!
Il mio ereader non ha retroilluminazione, quindi non fa male agli occhi. L'autonomia della batteria è eccezionalmente lunga. Posso sottolineare, tenere un segnalibro, prendere appunti, cercare sul vocabolario una parola che non conosco, condividere delle righe sui social network. Posso passare facilmente da un ebook all'altro. Ineguagliabile vantaggio è, inoltre, che posso portare con me diversi libri, tutti nella dimensione di una mano, con peso ed ingombro minimi. 
I costi sono ridotti rispetto ai libri di carta: alcuni ebook costano davvero poco ed esiste un catalogo molto vasto di materiale addirittura gratuito.

D'accordo, esiste una controparte a tutti questi bei vantaggi. Concordo pienamente con chi, leggendo da un ebook reader, lamenta la mancanza fisica e sensoriale del libro cartaceo. Inoltre, non posso esporre in libreria, come piccoli trofei, i volumi, letti e non letti, per il solo gusto di osservarli, riprenderli tra le mani, aprirne una pagina a caso, ficcarci il naso e inspirare, ammirarne la copertina, cambiarne l'ordine.

In conclusione, credo che l'ebook reader non debba essere considerato un sostituto del nostro amico libro... la competizione non reggerebbe! Tuttavia, può ritenersi un valido alleato. 

Provare per credere!

Libro vuol dire Libero 






Posta un commento