Ode estiva alla Mamma



Aspettavamo che nostra madre si preparasse per il mare ondeggiando i secchielli. Trascinavamo le ciabatte impazienti sul selciato, all'ombra dei limoni, mentre le nostre boccucce, ancora piene di denti da latte, emettevano entusiasti gridolini. Alla fine, la mamma compariva alla porta, nel suo elegante costume da bagno intero, che copriva teneramente le cicatrici della nostra venuta al mondo.

Libro vuol dire Libero
Posta un commento